Milano, 25 Marzo 2001

 

La patina superficiale

 

Ciao a tutti.

Una breve nota per tranquillizzare i più. La patina oleosa che si può notare, talvolta, sulla superficie dell'acqua dei nostri acquari è, in genere, costituita da batteri che tendono ad aggregarsi formando dei film, spessi qualche decina di micron. Non si tratta di nulla di pericoloso o tossico, anche se potrebbe rendere più difficile lo scambio gassoso tra aria e acqua.

Un sistema utile per evitarne la formazione è di tenere mossa quanto più possibile la superficie dell'acqua con il getto della pompa; dato che un movimento esagerato potrebbe influire sulla diffusione di CO2 in acqua, si consiglia di usare cautela nel creare movimento. Io consiglio di tenere il getto in uscita della pompa dal filtro quanto più possibile parallelo alla superficie dell'acqua e un paio di centimetri al di sotto. La profondità dipende, soprattutto, dalla velocità dell'acqua in uscita dalla pompa; tanto più è veloce il getto, tanto più basso potrà essere tenuto.

Un trucco per eliminarla quando dà fastidio? Quello che i più vecchi acquariofili conoscono di certo: appoggiare un foglio di giornale sulla superficie dell'acqua e lasciare che venga assorbita dalla carta.

 

Torna alla pagina dei consigli