Milano, 1 Aprile 2001.

 

Quali test sono importanti?

 

Spesso si sente chiedere da chi è alle prime armi quali kit si devono acquistare e quali sono i test più importanti in acquariofilia. Rispondere non è facile, anche perché, come spesso accade nel nostro hobby, non esiste "una sola risposta a una sola domanda".

Infatti, possiamo dire che i test da effettuare in un acquario dipendono dalla preparazione dell'acquariofilo, dalla sua esperienza, dall'età della vasca, dalla sua popolazione ecc.

Quindi, vediamo di risolvere il quesito per gradi, a seconda dell'età della vasca e della sua tipologia.

 

Vasche nuove

Una vasca che si stia avviando richiede, in genere, poche misurazioni, dato che ancora non avremo dentro nulla se non le piante. Quindi, controlleremo i nitriti e, volendo, l'ammonio, per determinare il grado di avanzamento della maturazione del filtro. A questi si potrebbe abbinare un kit sulla misura dei nitrati, che verrà sicuramente utile in seguito. Per una vasca in partenza, non serve altro, in quanto i valori di pH, GH e KH li potremo far misurare dal nostro negoziante, che ci ha seguito nelle fasi di preparazione ed è giusto che conosca le condizioni dell'acqua, per poter poi indicarci i pesci più adatti da inserire una volta che il filtro sia partito (attenzione alle false partenze; leggete l'articolo relativo).

 

Vasche avviate

Per queste vasche, la scelta di test da eseguire è limitata solo dalla nostra fantasia, dalla nostra voglia e dal... portafoglio. Dato che i kit costano, è bene non eccedere nell'acquisto.

In questa fase, i kit per nitriti e ammoniaca non dovrebbero più servire (se non in casi di emergenza) e diventano più utili quelli per la misura di nitrati e fosfati.

Se decideremo di dedicarci alla coltivazione delle piante, possiamo abbinare anche un kit per la misura del ferro, facendo attenzione a comperarne uno in grado di rilevare TUTTO il ferro presente in acqua, sia esso libero o legato, sia Fe(II) o Fe(III). Attualmente non sono molti i kit in grado di effettuare queste rilevazioni; a me risultano adatti i prodotti di Dupla e Tetra. Se qualcuno ne conoscesse altri, è pregato di segnalarmelo affinché possa aggiornare questa lista.

Altri kit di misura utili sono quelli per il pH, il GH e il KH, che ci aiuteranno a determinare la qualità dell'acqua e la necessità di aggiungere un certo fertilizzazione piuttosto che un altro.

Ovviamente, nel caso non si disponga di una vasca dedicata alle piante, i kit per la misura di nitrati e pH dovrebbero essere più che sufficienti. Le misure di GH e KH le prenderemo in considerazione solo se avremo voglia di soddisfare questa curiosità di frequente; in caso contrario, potremo sempre appoggiarci al nostro negoziante.

 

Torna alla pagina dei consigli